CAM poesie

 

A Giorgio, ché gli mangio tanto bene.

 

Portami al Girasole ch’io mi mangi

un bel panino

e se non ho fame mi beva un crodino,

il girino (che fa?)

se scrocca la gran farsa

della Piadina libera o la fretta

d’una povera piccola bruschetta,

tra un ghe xe ‘l dotor, ma mì no go mia mal

e un grassie siòr dal tuo mustacchio

o un ghemo finìo i sucòi…

fate voi, fate voi, ma tu però portami al Girasole

ché appassisco di fame!

2 commenti a “ Al Girasole ”

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )