ESCAPE Bando Blog Prolungato

In seguito a numerose richieste di prolungamento del bando e dopo averne parlato a lungo in redazione, CAM ha deciso di darvi più tempo per partecipare al progetto ESCAPE, al fine di concedere più possibilità a tutti di partecipare all’iniziativa e di preservare la qualità della futura antologia: perciò ora AVETE TEMPO FINO AL 31 MAGGIO 2015! Per il resto il regolamento rimane invariato.

—————————

Partecipa ad ESCAPE – storie dentro e fuori, antologia digitale a tema carcerario realizzata da detenuti e autori under 30. Un progetto che intende mettere in contatto il mondo dietro e al di là delle sbarre attraverso la narrativa. SCARICA IL BANDO

Un anno e mezzo in carcere. Un anno e mezzo di laboratorio di scrittura creativa con i detenuti del “Ramo Protetti” nella Casa di Reclusione del Carcere Due Palazzi di Padova. ConAltrimezzi ha avuto il privilegio di vivere questa preziosa esperienza che ora prenderà vita in un’antologia digitale che conterrà il frutto di un’irripetibile avventura.

Oltre ai racconti scritti in prima persona e un racconto lungo e collettivo realizzato a più mani dai detenuti del Carcere Due Palazzi di Padova, la redazione di ConAltriMezzi ha deciso di offrire la possibilità anche ad altri giovani autori under 30 di entrare a far parte di ESCAPE – storie dentro e fuori, un progetto narrativo che intende mettere in contatto il mondo di “di dentro” e “di fuori”, attraverso lo strumento della letteratura.

Si tratterà perciò di un’antologia dall’anima ibrida a tema carcerario, nella quale potrete trovare racconti concepiti da reclusi e da persone che, al contrario, vivono al di là delle sbarre. Autori così diversi e distanti ma che si cimenteranno sullo stesso tema. Da una parte prigioni vissute, dall’altra prigioni immaginate: un incontro inedito e sperimentale che a noi sta molto a cuore.

Storie di reclusione, detenzioni esistenziali, muri visibili e invisibili.
Storie di illegalità e di vite spezzate, di sconfitte o rivincite, di uomini rinchiusi nelle proprie celle che sono fabbriche di dolore e solitudine, ma anche luoghi per meditare vendette o fucine in cui cercare la prima fiamma del riscatto.

ConAltriMezzi, tramite questo nuovo bando, intende valorizzare racconti che colgano con personalità la nostra sfida. Ad ogni autore verrà lasciata la piena libertà di scelta in quanto a stile e genere del racconto. I migliori verranno poi selezionati per poter essere inseriti nell’antologia.

Quelle che vorremmo raccogliere sono pagine che non esprimano esclusivamente un senso di isolamento, ma che possano anche raccontare riscosse, reazioni ed espiazioni. Perché non ci può essere fuga e liberazione senza prigionia: lo schiavo muore, mentre l’uomo libero, anche in condizione di schiavitù, si ribella.

Per secoli la letteratura si è mostrata come strumento di evasione e di rottura, una via di fuga dalle prigioni della storia: nostro compito è quello di percorrere questa strada, una narrativa di ricerca, che esprima la volontà e l’esigenza di raccontare.

ESCAPE si propone di raccogliere testi di giovani autori chiamati a rivendicare i propri spazi, in linea con il concept originario di Write not die, nostra prima pubblicazione. Vale a dire: scrivere e non rinunciare alle proprie aspirazioni. Scrivere e non lasciare che siano le prigioni ad uccidere le nostre passioni.

Per saperne di più scarica il bando completo dove troverai tutti i dettagli dell’iniziativa.

 ESCAPE scarica bando banner

 

Per partecipare non dovrai far altro che inviare il tuo contributo al seguente indirizzo mail entro e non oltre il 31 Maggio 2015 (compreso, scadenza bando ore 24:00):
conaltrimezzi@gmail.com

Oggetto: “ESCAPE – Nome e Cognome dell’autore”
In allegato alla mail il vostro racconto in formato .doc, .docx o .odt.
Limite di battute: 45.000, che corrispondono a 25 cartelle editoriali.

Alla pubblicazione di ESCAPE seguiranno una serie di iniziative curate da CAM: presentazioni e partecipazioni ad eventi volti alla promozione sociale e culturale.

Aiutateci a diffondere ESCAPE tra amici e conoscenti, tramite i social network e i vostri blog.

Abbiamo bisogno anche del vostro coinvolgimento per poter dare ai nostri amici detenuti e ad una nuova generazione di autori di esprimersi e di emergere, fornendo una strada concreta per portare avanti una riflessione sui propri testi e sulla propria esperienza, in vista della loro pubblicazione.

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )