So Far So Good Festival - Abano Terme: Associazione Khoraknanè

L’INCONTRO – CONALTRIMEZZI: UN PROGETTO IN CAMMINO

ConAltriMezzi si sgranchisce le ossa e va in trasferta ad Abano. Mercoledì 22 agosto, dalle 21.00 alle 22.00, saremo al festival So far so good promosso dall’associazione Khorakhanè: potete consultare il programma dell’avento e la mappa per arrivare nel parco di Villa Bassi qui e qui. Si tratta di un’occasione per iniziare a parlare di carcere e letteratura, di vita dietro le sbarre e sviluppi narrativi.

CAM ha lanciato già da qualche mese il bando per la nuova raccolta di racconti: il concept di questo lavoro abbraccia proprio il termine “prigioni“: vorremmo raccontare storie di costrizione, reclusione, emarginazione, a cavallo tra il carcere come luogo fisico di detenzione e i diversi tipi di prigione, anche metaforici, che negano agli individui la piena libertà nel mondo in cui viviamo.
Il nostro intervento al So far so good avrà una doppia valenza: da un lato presenteremo il bando, per coinvolgere il nostro pubblico e i potenziali scrittori nel dibattito e nella riflessione sulle prigioni; dall’altro, sarà per noi un’occasione di approfondire il tema che abbiamo scelto, sotto diversi punti di vista.

Abbiamo avviato una collaborazione con l’associazione Ristretti Orizzonti, che opera all’interno del carcere Due Palazzi di Padova: assieme stiamo pensando ad un percorso che permetta di abbracciare letteratura e detenzione, aspiranti scrittori e carcerati. Nostro obiettivo è quello di dar voce anche a chi è “dietro le sbarre“, parlando e scrivendo circa la natura delle pene e le condizioni delle carceri nel nostro Paese.
Al festival vi proporremo alcune riflessioni sul carcere, sia dal punto di vista più legato all’attualità e ai problemi riguardanti la detenzione, sia da un punto di vista più circoscritto: quello letterario.

 

Nuovo bando a tema per WRITE NOT DIE: Prigioni

 

LA MOSTRA FOTOGRAFICA – La Città dei Senza
dal 16 al 29 agosto, So far so good Festival,  via Appia Monterosso 54, Abano (Pd)

PADOVA. La città del Santo Senza Nome, del Prato Senza Erba, del Caffè Senza Porte. Uno strano scherzo del destino: persino attraverso i suoi simboli Padova manifesta una mancanza, un senso di vuoto e precarietà. Per l’uscita di CAM#07, ConlAtriMezzi ha cercato di aggregare una serie di sguardi critici, interrogando personaggi provenienti dal mondo della cultura, della letteratura e dell’arte della nostra città; scrittori, attori sociali, associazioni, personalità che abbiamo voluto coinvolgere al fine di creare una visione d’insieme.

Questa mostra fotografica, che ospiterà sette percorsi autonomi di sette diversi giovani fotografi, ha sposato il medesimo concept ed è stata concepita come progetto parallelo a CAM#07: La Città dei Senza.
Per rimanere aggiornati sui prossimi appuntamenti di quest’iniziativa seguiteci su FacebookTwitter e sul nostro blog.

Fotografi che esporranno alla mostra:

Giulia Agostini | www.giuliaagostini.com | giuliasdream@yahoo.it
Francesco Berti | www.francescoberti.com |akinoit@yahoo.it
Chiara De Notaris
 | chiaradn@gmail.com
Damiano Ermenegildo 
www.demall.tumblr.com | ermenegildodem@gmail.com
Zaira Menin | zaira.menin@yahoo.it
Valeria Nanci | www.valenanci.tumblr.com | valeria_nanci@libero.it
Riccardo Testolin | riccardo.testolin@gmail.com

La Città dei Senza - esposizione fotografica al So Far So Good Festival
Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )