Durante la riunione di redazione in cui si è deciso di dedicare il prossimo numero della rivista, CAM#08, al carcere, prima che fosse tracciato il piano editoriale, prima ancora di proporre gli argomenti su cui costruire l’intero lavoro… qualche tempo fa, insomma, ci siamo lasciati travolgere dalla valanga di riferimenti e citazioni più o meno colti che le nostre menti potessero riformulare in ricordi.
Tre sono i campi della produzione creativa che ancora oggi ci coinvolgono in dibattiti e interminabili chiacchierate; e non c’è dubbio che chiunque legga questo post o rifletta in merito a un topos tanto diffuso non possa tenere lontani dalla mente almeno un film, un libro e una canzone che col carcere abbiano a che fare.

Perché non chiedere a tutti un consiglio, un suggerimento o una segnalazione?, ci siamo detti. Anzi: perché non eleggere i migliori esempi di ciascuna categoria suddetta?
Eccoci, allora, a presentare la prima categoria in gara:


Best “Prison Movie” Award

Dagli albori del cinema, il carcere è sempre stato un luogo affascinante per cineasti e sceneggiatori. Non interessa, qui, analizzare le cause di questo fenomeno o trattare l’argomento da un punto di vista critico o teorico.
Ciò che interessa è farne un censimento ed eleggerne il migliore. Vi proponiamo di pensare a un (o più) film che tratti il tema in questione direttamente o che rappresenti il carcere in qualche sua scena che lo renda memorabile.
Parliamo di qualunque produzione di qualunque epoca, qualunque provenienza e, naturalmente, qualunque genere: drammatico, commedia, di azione, di avventura; ma anche documentario, cortometraggio, d’animazione, ecc.

Partecipare è semplicissimo.

  1. pensare a un film;
  2. commentare questo post scrivendo il titolo, l’anno di uscita e il nome del regista del film;
  3. facoltativo motivare la scelta;
  4. facoltativolinkare video del trailer o scene del film.

Si può votare fino al 7 dicembre 2012.

Di seguito, alcune proposte.

 

Nel nome del padre (1994) di Jim Sheridan

 
Le ali della libertà (1994) di Frank Darabont

 
Alcatraz – L’isola dell’ingiustizia (1995) di Marc Rocco

 
 
Sleepers (1996) di Barry Levinson

 
 
Cella 211 (2009) di Daniel Monzón

 
 
Dead Man Walking (1995) di Tim Robbins

 
 
Mery per sempre (1989) di Marco Risi

 
 
Il bacio della donna ragno (1985) di Hector Babenco

 

Il vincitore è tra questi? A voi la parola

4 commenti a “ ConAltriMezzi Best “Prison Movie” Award ”

  1. Luca Maria Moglia

    Luca Maria Moglia

    Brubaker, 1980, Stuart Rosenberg
    La grande fuga, 1963, John Sturges
    Papillon, 1973, Franklin J. Shaffner
    Salò, 1975, Pasolini

    Rispondi
  2. Michele

    Michele

    1) Fuga di Mezzanotte – 1977 – regia Alan Parker, con Brad Davis, Randy Quaid, Bo Hopkins
    1) Le ali della libertà – 1994 – regia Frank Darabont, con Tim Robbins, Morgan Freeman, William Sadler, Bob Gunton, Clancy Brown
    2) L’uomo di alcatraz – 1962 – regia John Frankenheimer, con Burt Lancaster, Thelma Ritter, Telly Savalas, Karl Malden
    3) Nick mano fredda – 1967 – regia Stuard Rosemberg, con Paul Newman, George Kennedy, Harry Dean Stanton
    4) The Hurricane – 1999 – regia Norman Jewison, con Rod Steiger, Denzel Washington, Liev Schreiber,

    Rispondi
Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )