CAM poesie

di Marco Vezzaro.

 

Non chiederci la poesia che ormai noi vomitiamo

qui tocca anche a noi studenti la nostra parte di vertigine,

ed è sperar che si limoni

o una trombata d’oro con solarità.

Me l’ha chiesta e bene non seppi,

fuori del prodigio,

Dio bono, bono, bono!

Studiai questo ciocco bruciato

ore e ore fin all’occaso scialbato.

E già me la vedo

mia madre, se sbrocca

-Non hai dunque tu studiato?

Fu così,

rispondi?

Ora sia il tuo passo

più cauto: ma ai professori che qui insegnano italiano

codesto solo oggi possiamo dirvi

Ciocco non siamo, ciocco non vogliamo.

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )