Norman Mailer Violent Hipster Snack

I beatnik erano trasandati e borderline, ma non violenti. Invece gli hipster erano raffinati e chic, ma non esenti da gesti eclatanti. Norman Mailer, ad esempio, venne arrestato più volte, picchiò Gore Vidal per una recensione troppo tiepida e fu ad un passo dall’ammazzare la moglie (la seconda di sei).

Norman Mailer combatté la Seconda Guerra mondiale e la raccontò in un libro che lo rese ricco, Il nudo e il morto. Tuttavia più tardi si oppose alla pena capitale e alla guerra in Vietnam. Non si può però dire che fosse un pacifista, almeno non alla Ghandi. Infatti egli era convinto che il vitalismo dovesse essere incoraggiato in tutte le sue forme, compresa anche la violenza fisica.

Elaborò queste idee nel suo celebre saggio del 1957, The White Negro (in cui egli parla anche della sottocultura hipster, qui il pdf) e le mise in pratica durante la sua esistenza ubriacandosi, sperimentando diverse droghe e venendo alle mani un po’ con tutti. Atteggiamento documentato anche dai film che realizzò come regista. In uno di essi per esempio si lancia in una rissa con il pugile José Torres, in un altro si picchia selvaggiamente con Rip Thorn, rissa che a quanto pare avvenne veramente durante le riprese, in quanto l’attore avrebbe detto cose poco gradite sulla moglie di Mailer.

(il temperamento del vecchio Norman ci ricorda qualcuno, N.d.R)

A proposito di mogli, nel 1960 accoltellò la pittrice Adele Morales, sua seconda moglie. Lo scrittore aveva dato una festa per annunciare la sua decisione di candidarsi come indipendente a sindaco di New York. Dopo mezzanotte però iniziò a diventare nervoso perché mancavano gli esponenti di spicco della società newyorchese. Sfidò un ex pugile e si lanciò in diverse risse. Verso le quattro e mezza del mattino aveva un occhio nero e un labbro spaccato. Se Borroughs amava sparare Mailer invece preferiva il contatto fisico e portava sempre con sé un coltello.

A un certo punto pare che la moglie, riferendosi al sangue attorno alla bocca, gli abbia detto scherzando: «Sembra che porti il rossetto». Secondo un’altra versione invece lei era ubriaca e lo avrebbe provocato dicendo: «Andiamo frocetto, dove sono i tuoi coglioni?». Fatto sta che Mailer tira fuori il coltello e la pugnala al ventre e alla schiena. Lei mormora «Non posso crederci, sono cose da portoricani». Solo alle 8 viene portata all’ospedale e per coprire il marito dichiara di essere caduta su un bicchiere. Adele riuscì a salvarsi e Mailer fu arrestato ma passò solo una notte in guardina, poi venne rilasciato su cauzione. Al processo venne condannato a un anno, ma poi la condanna fu sospesa. Non riuscì a diventare sindaco e divorziò da Adele.

Nel 1967 fu arrestato nuovamente e passò del tempo in prigione, per aver partecipato a una marcia pacifica contro la guerra in Vietnam. Nel 1971 diede un pugno in testa allo scrittore Gore Vidal, reo di aver recensito troppo tiepidamente un suo libro (nella sua recensione inoltre Vidal paragonava Mailer a Charles Manson). Poi mise in scena una rissa verbale con lo stesso Vidal, la giornalista Janet Flanner e il conduttore Dick Cavett durante una trasmissione televisiva  che divenne celebre.

Nonostante il carattere burrascoso Mailer fu riconosciuto come uno dei maggiori scrittori americani del secondo Novecento, nonché inventore del new journalism. Vinse due Pulitzer e si fece notare anche come attivista politico, al punto da guadagnarsi l’attenzione dell’FBI. In The White Negro definisce gli hipster, sottocultura dell’epoca, come esistenzialisti americani fuori dagli schemi e dal conformismo che scelgono di «divorziare dalla società, vivere senza radici e intraprendere un misterioso viaggio negli eversivi imperativi dell’io».

Di seguito alcuni caustici aforismi di Norman Mailer:

 

“Il matrimonio ha quattro stadi. Dapprima c’è l’innamoramento, poi c’è il matrimonio, poi i figli e infine il quarto stadio, senza il quale è impossibile conoscere una donna, il divorzio.”

“Una volta che un giornale si occupa di una storia, i fatti sono perduti per sempre. Persino per i protagonisti”.

“Perché si uccidono le persone che hanno ucciso altre persone? Per dimostrare che non si devono uccidere le persone?”

“Chi vuol bene alla gente, le proibisca qualcosa, affinché goda della trasgressione”

“Non esiste probabilmente eterosessuale sensibile a questo mondo che non sia preoccupato della sua omosessualità latente”

“La punizione del successo consiste nel fatto di dover frequentare delle persone che prima si potevano evitare”

“Se un uomo non ha abbastanza talento per divenire uno scrittore, non è abbastanza intelligente per essere un avvocato e le sue mani sono troppo tremolanti per eseguire delle operazioni chirurgiche, egli diventa un giornalista”

“Non puoi dire di conoscere una donna fino a quando non l’hai incontrata in tribunale”

“C’era quella legge della vita, così crudele e così giusta. Che uno deve crescere oppure deve pagare di più per restare uguale”

“Non vi è impotenza più grande in tutto il mondo che sapere di avere ragione e che l’onda del mondo è sbagliata e tuttavia quell’onda si infrange su di te”

 

Credits immagini:

PRIMA GALLERY
1) Un giovane Norman Mailer con la seconda moglie, Adele Morales.
2) Un anziano Norman Mailer con la sesta e ultima moglie, Norris Church.
3) Sempre lui con la Church.
4) Norman pronto a finire al gabbio, via.

SECONDA GALLERY
1) Mailer in una caricatura, via.

2) Mailer sul ring secondo il Telegraph, via.
3) Mailer che combatte contro un prepotente, via.
4) Mailer sfida Muhammad Alì a braccio di ferro, via.
5) La rivincita dopo un po’ di anni, via.
6) Mailer dà un bacino a Gore Vidal, via.
7) Mailer con Gore Vidal e Kurt Vonnegut, tre simpatici amiconi.
8) Mailer con Burroughs e Ginsberg, via

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )