Masterpiece Copertine Cover 2 Puntata

Ci abbiamo preso gusto: alcuni romanzi scartati da Masterpiece come ce li immaginiamo in libreria. I sogni son desideri. Ma noi non siamo i geni della lampada.

Sì, ci abbiamo preso gusto. Proseguiamo quello che abbiamo cominciato l’altra volta, immaginandoci i “Capolavori perduti” di Masterpiece, ovvero alcuni dei manoscritti dei concorrenti scartati, in libreria. Perché, si sa, ormai non bastano più i 15 minuti di notorietà, ma anche la possibilità di immaginare le proprie fatiche in vendita negli scaffali delle librerie e degli autogrill.

MASTERPIECE Randering Banner 2 puntata

E niente, visto che il post precedente vi è piaciuto tanto noi continuiamo finché ce n’è. Si vede che la voglia di rosicare per non poter leggere certi capolavori non ci ha ancora abbandonato (per la cronaca, nel sito di Masterpiece è possibile da ora leggere alcuni estratti dei manoscritti, concorrente per concorrente).

Qui la gallery dove potete ingrandire le immagini.

Maria Isabella Piana: I ragazzi della piazza

Masterpiece Maria Isabella Piana Rendering
Esplosiva ed energica, insegnante di latino e greco in pensione che vive a Catania. Ha tre figli, a detta sua esempio perfetto della crisi di questi anni: un ingegnere che lavora a Dublino, una casalinga che da quattro anni cerca lavoro, un musicista Jazz. Ha conosciuto l’attuale compagno durante una serata di tango. Appassionata da sempre di teatro, tra i suoi libri preferiti Mary Poppins e Le Correzioni di Jonathan Franzen.
IL ROMANZO
L’educazione sentimentale di chi ha vissuto a cavallo tra i favolosi anni ’60 e i turbolenti anni ’70. Un romanzo che racconta il delicato passaggio dall’adolescenza alla maturità.

«Maria Isabella Piana racconta con delicatezza e serietà un periodo cruciale del nostro Paese attraverso gli occhi innocenti e meravigliati di noi vecchi adolescenti. Un’Educazione Sentimentale dove Flaubert respira aria di limoni e profumo di arancini siciliani, dove si sviluppa un’affettuosa epopea, tra mille ricordi e nostalgie, in una terra aspra, antica e forse non del tutto perduta. Ottima lettura per giurati Strega, cattocomunisti e Walter Veltroni» Fulvio Abbate

 

Federica Lauto: Surus

Masterpiece Federica Lauto Rendering
Ha amato i libri da sempre: quando non sapeva ancora leggere, faceva finta. Vive a Padova, dove frequenta la scuola di specializzazione in psicoterapia psicoanalitica e lavora per un servizio d’integrazione scolastica per bambini ipovedenti.
Si definisce testarda, impaziente, veloce e non ama perdere tempo. Per lei la vita è un ponte tra due estremi, la responsabilità e la libertà; studia canto, suona il violoncello e nel frattempo cerca di essere più leggera.
IL ROMANZO
La storia è narrata da un punto di vista particolare, quello di Surus, l’elefante di Annibale. Reale e fantastico si mescolano nel “paradiso” degli elefanti, dove Surus racconta con il sapore esotico da mille e una notte storie di avventura, uomini ed elefanti.

«Una splendida avventura, al contempo epica e fiabesca. Salomone è un elefante che dal re del Portogallo di reca in dono a Vienna, attraversando…»
«Mi scusi professore… quello è Saramago, Il viaggio dell’elefante»
«Senta figliuolo, sarò anche un vecchio intellettuale con l’Alzhaimer ma almeno non ho l’Alzhaimer… E poi dove sono? Arrivano i fascisti?» Corrado Augias

 

Martina Magni: Il tempo di una sigaretta

Masterpiece Martina Magni Rendering
Vive con i genitori e la sorella minore. In famiglia capita di litigare ma l’hanno sempre sostenuta e appoggiata. Ha studiato come grafica pubblicitaria, attualmente non lavora ma si è sempre arrangiata con lavoretti precari. I suoi scrittori preferiti sono Stephen King (al liceo era il suo idolo), Irvine Welsh e Woody Allen. Ha paura dei ragni, delle cose che scoppiano e delle sofferenze amorose.
IL ROMANZO
Milco è un ragazzo di vent’anni che vive nella Firenze di fine anni ’90. Quando incontra Veronica, di dieci anni più grande, se ne innamora, ma la donna sparisce. Milco sarà costretto ad affrontare un viaggio nella speranza di ritrovarla.

«Paolo Giordano ora è una donna con i dread. Il tempo di una sigaretta è la storia di una generazione smarrita che insegue l’amore impossibile, attraverso strade sconnesse e improbabili. Dopo Márquez, l’amore è un piaga pukabbestia peggio del colera, del G8 e degli interrail in Spagna con le sigarette elaborate. Sophie Kinsella che si iscrive al Dams» Tommaso Pincio

 

Giorgio Tarditi Spagnolo: Il libro della vita

Masterpiece Giorgio Tarditi Spagnoli Rendering

Dopo un master in Biologia Evoluzionistica a Londra e una laurea specialistica in Paleobiologia a Genova sta seguendo un dottorato in Filosofia della Scienza a Milano. Affascinato dalla natura fin da piccolo: osservava animali, piante e rocce (la madre gli leggeva i libri sulla preistoria piuttosto che le favole della buonanotte). Appassionato dell’antroposofia di Rudolf Steiner, tra i tanti legge C. S. Lewis e Michael Ende.
IL ROMANZO
Sofia, un’alchimista, e Teleo, un naturalista, vengono richiamati da una misteriosa entità spirituale, Gaia, perché fuggano dal loro mondo, l’Arcadia. Attraverso un viaggio nelle loro anime, svilupperanno poteri mistici e salveranno Gaia dai suoi tirannici sovrani.

«Una storia avvincente, ricca di misteri appassionanti, di mondi sconosciuti e di universi paralleli, raggiungibili solo mediante cammini iniziatici e riti esoterici. Un romanzo folgorante come un best seller di Dan Brown e sapienziale come un saggio di Umberto Eco, che racconta il desiderio della conoscenza, che è vivo e arde in ciascuno di noi. Invece Paul McCartney è morto» Roberto Giacobbo

 

Alessandro Ligi: Sto correndo da te

Masterpiece Alessandro Ligi Rendering
Di famiglia alto-borghese, ha seguito le orme del padre, diventando avvocato e lavorando nello stesso studio. Adesso mollerebbe tutto per la scrittura, che definisce l’esperienza più importante della sua vita. Partecipare a Masterpiece per lui è un colpo di testa. È campione di canottaggio. Si definisce un tipo “annoiabile”, ma gli piace la sua vita da single: legge – tra i suoi libri preferiti Infinite Jest di David Foster Wallace e Viaggio al termine della notte di Ferdinand Céline – e suona il pianoforte di notte.
IL ROMANZO
Tra il tracollo economico e il suicidio del padre, Luca Marinotti non ha avuto una vita semplice. Sta con una donna che non ama, desidera la moglie del suo migliore amico e ha un grande sogno: scrivere. Di fronte a una nuova occasione, riuscirà a riscattarsi.

«Lo Zeitgeist romantico della Roma pariolina, attraverso la noia alto borghese di Moravia e lo zucchero di Moccia. Ligi fosse più giovane sarebbe Fabio Volo. Avesse le tette Danielle Steel. Invece è solo un avvocato metrosexual» Matteo B. Bianchi

 

NOTA BENE

  • Gli abstract dei romanzi e le note biografiche sono state copia-incollate dal sito ufficiale di Masterpiece.
  • I virgolettati illustri sono ovviamente di fantasia.
  • Gli abbinamenti editoriali – romanzi e casa editrice – sono quasi del tutto casuali.
  • Il progetto grafico delle copertine è stato ideato dal sottoscritto. Invece gli autori delle illustrazioni li trovate qui sotto.

CREDITS IMMAGINI

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )