infrascritture-programma-blog

Il contest letterario INFRASCRITTURETTURE: Racconta la città si è concluso: avete scritto i vostri racconti, noi di ConAltriMezzi abbiamo selezionato i finalisti e la giuria popolare ha votato il vincitore: tutto secondo copione.

Ma facciamo un passo indietro. Come è nato questo contest? L’occasione per parlare di letteratura e città si è sviluppata nei giorni 7-15-16-17 maggio 2013 in occasione della rassegna INFRASCRITTURE: Spazi urbani nelle letterature europee contemporanee, organizzata da CAM insieme ai Giovani Europei, Nube, Progetto Giovani, Comune e Università di Padova.

A parlarci di spazi urbani sono intervenuti il prof. Emanuele Zinato, al quale vogliamo rivolgere un ringraziamento particolare per l’interesse, la competenza e la disponibilità dimostrata ogni qualvolta gli abbiamo proposto di partecipare ad un’iniziativa di CAM, al quale hanno fatto eco scrittori italiani e stranieri: Giovanni Cocco, Giulio Mozzi, Maša Kolanović, Goran Vojnović, Petra Hůlová, Dorin Mureşan, Luca Lunardi, Matteo Marchesini (candidato Premio Strega 2013), Stefano Allievi, Romolo Bugaro e Francesco Maino (fresco vincitore del Premio Calvino 2013).

Potevamo non cogliere l’occasione per sfidare anche nuovi autori, giovani esordienti, a cimentarsi con il tema della città? Per questo, il giorno 15 aprile 2013 abbiamo lanciato il contest letterario INFRASCRITTURE: Racconta la città, rivolto a un pubblico under 35, chiedendo di scrivere un racconto di lunghezza non superiore alle 5.000 battute che avesse come tema la città (italiana o straniera). Premio? Un buono di 100 euro da spendere in qualsiasi libreria Feltrinelli.

Sarebbero stati apprezzati, come specificato dal bando, i racconti con un taglio particolarmente “leggero” e umoristico, per assecondare il clima informale che avrebbe caratterizzato la serata della premiazione.

Alle ore 12.00 di venerdì 10 maggio, termine ultimo per l’invio dei racconti in concorso, i lavori arrivati alla casella postale di CAM erano più di 30. Con un confronto serrato all’interno della redazione siamo arrivati a stabilire i tre racconti finalisti che sarebbero stati letti durante la serata letteraria di INFRASCRITTURE del 16 maggio all’Enoteca “Il Gottino” di Padova. Abbiamo scartato, inizialmente, i lavori che non hanno rispettato il limite di lunghezza stabilito o quelli in cui il tema “città” fosse poco chiaro, individuando poi i racconti, secondo noi, più meritevoli e conformi al nostro bando:

Non c’è scampo di Annagiulia Canesso
Nel métro di Francesco Pattacini
8 Piazza San Pietro di Federico Longo

Infrascritture-libro-banner

(clicca sull’immagine per scaricare il file in formato pdf)

A questi quattro abbiamo voluto aggiungere una menzione speciale da parte della redazione CAM per il racconto Antofagasta di Guido Cupani: in questo caso l’aderenza alla tematica della città era più labile rispetto ai racconti premiati, ma avendolo giudicato all’unanimità come il racconto migliore che ci è stato inviato, ci è sembrato doveroso ammetterlo in forma “speciale” alla serata, pur fuori concorso.

Volete sapere come è andata? Bene, il 16 maggio l’attore Emanuele Piovene, intervallato dalle musiche di Pietro Berselli, ha letto e reiterpretato i tre racconti finalisti, compreso la mensione d’onore di Antofagasta, e al pubblico presente (al quale va un nostro ringraziamento non solo per l’affluenza così numerosa, ma per l’attenzione rivolta alla lettura dei racconti) abbiamo chiesto di esprimere la propria preferenza, segnando il titolo del racconto su un biglietto anonimo.

L’esito della Giuria Popolare è stato il seguente:

1) Non c’è scampo di Annagiulia Canesso – 17 voti;
2) Nel métro di Francesco Pattacini – 16 voti;
3) 8 Piazza San Pietro di Federico Longo – 10 voti;

Scarica qui la raccolta dei racconti finalisti in formato pdf

(segnaliamo anche le due schede bianche che ci sono pervenute al momento dello spoglio)

Il nostro invito ora è quello di leggere, conservare e diffondere questo file che raccoglie i racconti finalisti del contest letterario e di continuare a seguire le nostre iniziative attraverso i canali social – Facebook e Twitter – oppure tramite il nostro blog: www.conaltrimezzi.com.
Alla prossima!

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )