CAM poesie

Problema sicurezza

Nel quartiere più tranquillo

della città più tranquilla

nella provincia più tranquilla

ammazzarono tre persone

e un cane con un trapano

di fabbricazione tedesca.

Dicono siano i migliori,

sono quelli che vanno più a fondo.

Per il resto però tutto a posto,

non c’è un posto più sicuro di questo.

Puoi chiedere in giro o sentire

ciò che dice il telegiornale,

nessuno qui può farti del male,

nessuno ti venderà sesso o droga,

questo è il posto perfetto

per morire da solo nel tuo letto.

 

Elezioni Americane

E non urlarmi nelle orecchie

se dall’Ohio ti giunge

una brutta voce, una faccia

d’idiota ti punge la memoria

e pensi che due tre pasticche

prima della festa universitaria

siano molto cool, mentre io invece

ascolto i Tool e leggo gli scritti

dei dissidenti, outsider, borderline

e il figlio del governatore

ha un macchinone e sotto il sole

sfreccia e dai finestrini passa

You Could be Mine.

E forse adesso l’America

non è più soltanto una notizia

pittoresca alla Tv.

Il candidato indossa una faccia

e una camicia pulite,

contrario all’aborto alle droghe e ai gay,

i soldi in banca non sono tutti suoi.

Sua sorella predica la parola di Dio

e si sente in colpa di essere donna

perché sa che la femmina è creatura

del demonio, a partire da quel taglio

che ha in mezzo alle gambe.

Dall’altra parte invece vorrebbero

fare contenti tutti, anche i militari,

ma dovranno aumentare le tasse

e questo non piacerà.

E poi c’è sempre l’Iran.

Intanto io guardo un punto

imprecisato sotto la linea

dell’orizzonte e ho quattro colori

davanti: grigio giallo azzurro e rosso.

Adesso l’America non è più

soltanto uno show in Tv, adesso

penso che mi farò un whiskey.

 

Prigioniero

Talvolta è il vento a portarmi

notizie di te

o altri simili a te

che da qualche parte vivono

le loro vite simili alla tua

all’insaputa di me

e così lontane dalla mia.

È sempre il vento a ricordarmi,

ogni volta che dimentico,

l’esistenza di un mondo là fuori.

Una consonante trasforma l’essere

in solitudine,

il vento trasforma il silenzio

in immagini.

 

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )