Coppa-Lettori-Finzioni

La Coppa dei lettori è il premio di chi legge per chi legge e alla fine vincerà il migliore. Puoi votare anche tu: hai tempo fino al 13 Giugno 2014, passaparola!

Che senso avrebbero i libri senza lettori? E così, visto che né lo Strega, né altri importanti riconoscimenti letterari del nostro Paese sono determinati dalla giuria di noi semplici lettori, quei geniacci di Finzioni si sono detti: “ok, allora perché non creare un premio letterario dei lettori?”.

Già perché? E quindi l’hanno fatto. Ecco la Coppa dei Lettori: il premio di chi legge per chi legge, deciso interamente da noi. Io, te, i tuoi amici: non è meraviglioso?

Dopo aver selezionato 12 titoli di narrativa italiana, si è arrivati alla cinquina finale consultando il voto online.

Ora è giunto il momento di decretare il vincitore! Come si fa?

 

Per votare CLICCA QUI ed esprimi la tua preferenza.

 

Ecco i candidati:

Coppa-Lettori-RighettoLa pelle dell’orso (Matteo Righetto, Guanda): 

“Per un attimo gli sembrò di vedersi da fuori e assistere ad un momento importante e quasi magico, come se quei minuti e quell’istante in particolare fossero un capitolo fondamentale della sua vita”. Un grande racconto, semplice e naturale, come le storie narrate una volta prima di mandare a letto i bambini. Un libro da leggere seduti attorno al focolare. (Padrino: Michele Marcon)

 

Coppa-Lettori-CiabattiTuttissanti (Teresa Ciabatti, Il Saggiatore): 

Non è il libro che volete, è quello di cui avete bisogno. Casomai vostro fratello-figlio-fidanzato-moroso-compagno-oculista volesse fare il tronista prestateglielo. Santo Dio regalateglielo.(Padrino e Madrina: Andrea Sesta e Silvia Dell’Amore)

 

Coppa-Lettori-PiccirilloLa Terra del Sacerdote (Paolo Piccirillo, Neri Pozza): 

Questo romanzo dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che non solo il Molise esiste, ma che la bellezza della grande letteratura sta sempre da un’altra parte, in quei posti che non sappiamo neanche di conoscere. (Padrino: Luigi Mauriello)

 

Coppa-Lettori-SgambatiGli eroi imperfetti (Stefano Sgambati, minimum fax): 

Un libro intelligente, come quelli che tagliano il marmo per il verso giusto, i serpenti che si mordono la coda che sa di buono o gli applausi a due mani. La letteratura quando ci sa fare per bene e il lettore crede pure che il merito sia il suo. Gli eroi imperfetti è il libro che ti permette di dire ‘oh, ho letto Gli eroi imperfetti e mi è piaciuto moltissimo’, e sentirti un gran fico. (Padrino: Jacopo Cirillo)

 

Coppa-Lettori-MorozziL’età dell’oro (Gianluca Morozzi, Italica Edizioni): 

Un romanzo in tiratura limitata, che ti avvolge dentro Bologna ed è stato scritto da uno che, all’inizio degli anni zero, mandava in giro i propri manoscritti non via email ma via posta ordinaria, dopo averli fatti stampare in copisteria. Tutto questo è L’età dell’oro. La mia vita raccontata a Paz, di Gianluca Morozzi. (Madrina: Elena C. Mitrani)

 

Ovviamente ogni libro ha almeno una buona ragione per vincere e se non li avete letti tutti allora sentite quello che vi dicono gli autori, incalzati dalle domande dei loro padrini (in questo link puoi trovare tutte le info sui libri candidati).

Nel frattempo gli amici de Linkiesta stanno complottando per assegnare il premio della Critica, che anche in questi casi non è da buttare via, anzi.

E la premiazione? Avverrà alla libreria Open di Milano che è un posto molto figo e se non la conoscete questa potrebbe una buona ragione per visitarla.

 

Quando? Ora possiamo dirvelo:

Giovedì 26 giugno, ore 19:00, viale Monte Nero 6, Milano

 

Coppa_dei_Lettori_500

Ecco l’evento su Facebook!

 

E che vinca il migliore! In ogni caso, noi lettori, vinciamo sempre.

 

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )