CAM poesie

 

“All’esser nati non v’è più riparo”
disse un folle picano, sì, ciociaro,
ma non per scelta, né per viltà, faro
del nulla, profe
-ta del niente, baro giammai, incompreso
assai.
Com’aveva ragione! Eh, sì,
ma non si fa così, prima prometti,
o bischero, una vita migliore,
e dopo l’inferno ci scagli più giù?
Anch’io promisi:
si trattò d’una una strofa saffica,
invece ho fallito, parole a raffica.

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )