Win Fail Lou Reed Emanuele Filiberto

E che ve lo diciamo a fare? Questa è stata la settimana della morte di Lou Reed, con tutte, tutte, le conseguenze del caso…

 

FAIL: I coccodrilli del cazzo sui social

Addio, Lou Reed, mitico cantante degli Stones. Sì, si è detto anche questo, d’altronde confondere la band di un cantante con la testata che ne annuncia la dipartita è errore che può essere commesso. Ma il vero fail riguarda il mondo intero, visto che il mondo intero – chiedete conferma a Facebook – si è professato fan di Lou: lo ha rimpianto, nostalgicamente ricordato o cortesemente accompagnato con un saluto. Fenomenologia della dipartita 2.0.

Ecco il meglio del peggio.

 

WIN: Wu Ming VS Emanuele Filiberto di Savoia

Nel mare magnum di commenti e controcommenti sui social networks, tra una lite di un fan “vero” contro un ammiratore rigorosamente post mortem e una dedica di qualche vip-amico-da-sempre, spiccano senza dubbio le twittate del diverbio Wu Ming vs Emanuele Filiberto.

Lou Reed Facebook Emanuele Filiberto Wu Ming 

Povero Lele, manco quando esprime un apprezzamento lo lasciano in pace. In compenso può preparare la sua prossima canzone per Sanremo in stile Wish you were here nazional-popolare, Elio ne sarebbe tanto felice. In ogni caso, il dubbio non si pone: l’epic win, questa settimana, è tutto dei Wu Ming (e di Bresci, anche).

Emanuele Filiberto Rock

Rock on!

Commenta l'articolo
La tua e-mail non sarà pubblicata
  • ( non sarà pubblicata )